COS’È LA TERMOGRAFIA IR

COS’È LA TERMOGRAFIA IR

INTRODUZIONE ALLA TERMOGRAFIA

Iniziamo il nostro corso on line sulla termografia partendo dal descrivere COS’È LA TERMOGRAFIA e su quali principi si basa.

Vedremo poi:

  1. Cos’è la termografia
  2. I Controlli NON Distruttivi (CND)
  3. Le origini della Termografia: dalla scoperta dell’infrarosso all’uso delle termocamere
  4. PRINCIPI FISICI DELLA TERMOGRAFIA: Teoria e Rudimenti di trasmissione del calore
  5. PRINCIPI FISICI DELLA TERMOGRAFIA: La trasmissione del calore per irraggiamento
  6. PRINCIPI FISICI DELLA TERMOGRAFIA: La teoria dell’infrarosso e la legge di Kirchhoff
  7. TERMOGRAFIA PRATICA: Valutazione remissività di una superficie.
  8. TERMOGRAFIA PRATICA: La radiazione riflessa e impostazione temperatura (Legge di Lambert).
  9. TERMOGRAFIA E TERMOCAMERE: Termocamere raffreddate e Termocamere non raffreddate.
  10. TERMOGRAFIA E TERMOCAMERE: Come scegliere una termocamera.
  11. REPORT TERMOGRAFICO: L’Immagine termografica.
  12. REPORT TERMOGRAFICO: Software per l’interpretazione e correzione delle immagini termografiche
  13. APPLICAZIONI DELLA TERMOGRAFIA: Ambiti generali di utilizzo.
  14. APPLICAZIONI DELLA TERMOGRAFIA: Alcuni esempi applicativi.
  15. TERMOGRAFIA dei Sistemi Elettrici.
  16. TERMOGRAFIA delle installazioni meccaniche.
  17. TERMOGRAFIA nel Settore Edile ed Architettonico.
  18. TERMOGRAFIA degli impianti fotovoltaici.
  19. TECNICHE TERMOGRAFICHE: La Termografia passiva.
  20. TECNICHE TERMOGRAFICHE: La Termografia attiva.
  21. TECNICHE TERMOGRAFICHE: La Termografia pulsata.
  22. TECNICHE TERMOGRAFICHE: La Termografia Lock-in.
  23. TECNICHE TERMOGRAFICHE: La Termografia con Riscaldamento a Gradini.
  24. TECNICHE TERMOGRAFICHE: Transient Thermography.
  25. TECNICHE TERMOGRAFICHE: Vibrotermografia.
  26. TERMOGRAFIA PRATICA: Come determinare l’emissività di un materiale.
  27. TERMOGRAFIA PRATICA: Come calcolare la temperatura riflessa.

Le ispezioni termiche degli elementi di varia natura includono tutti i metodi in cui vengono utilizzati attrezzature per il rilevamento delle fonti di calore allo scopo di misurarne la variazione di temperatura partendo dalla naturale emissione termica di ogni oggetto che si trova ad una certa temperatura sopra lo zero assoluto (-273.15 °C).

Cos'è la termografia all'infrarosso:
La termografia all’infrarosso permette di vedere oltre il visibile.

Uno dei principali metodi d’ispezione termica è la TERMOGRAFIA: ovvero una tecnica diagnostica di telerilevamento che tramite l’acquisizione di immagini nel campo dell’infrarosso permette di rilevare le differenze di temperatura sulle superfici.

In realtà e più precisamente la termografia permette di misurare l’energia emessa nell’infrarosso dai corpi a temperatura diversa dallo zero assoluto, e non della temperatura, mediante opportuni sensori, e di correlarla, con opportuni correttivi alla temperatura superficiale a cui si trovano le varie parti del corpo stesso.

COS’È LA TERMOGRAFIA AD INFRAROSSI

Attraverso le termocamere di ripresa è dunque possibile convertire l’energia emessa in segnale fotografico o video che risulta particolarmente utile e comodo in diversi ambiti per facilmente interpretare lo stato termico del corpo analizzato. I settori in cui è applicabile la diagnostica termografica sono molteplici infatti si usa normalmente la:

  • Termografia nell’industria siderurgica.
  • Termografia nell’industria meccanica.
  • Termografia nel settore edile.
  • Termografia nell’impiantistica civile.
  • Termografia nell’industria elettronica.
  • Termografia nell’impiantistica industriale.
  • Termografia nel campo della prevenzione e diagnosi medica e veterinaria.
  • E molti altri settori.

Tramite l’utilizzo di una termocamera ad infrarossi è possibile eseguire controlli di tipo termografico e ricostruire una mappatura termica di quanto inquadrato dall’obiettivo rendendo possibile l’interpretazione della radiazione che colpisce il sensore sensibile della termocamera stessa, detto detector.

Le principali caratteristiche che rendono la diagnostica con termografia una tecnica sempre più utilizzata sono:

Consente di analizzare la temperatura di qualsiasi oggetto senza la necessità di entrarvi in contatto, cioè in modo non invasivo, permettendo la ripetizione delle misure nel tempo senza alterazioni indotte dall’indagine stessa.

Termografia di un impianto Fotovoltaico
Termografia di un impianto Fotovoltaico

Con la Termografia si possono valutare differenze di temperatura dell’ordine dei centesimi di grado;

La Termografia consente il rilevamento dei termogrammi in un campo di misura molto esteso, macchine standard o di laboratorio raggiungono un range di rilievo termico che vanno dai -20°C ai 1500°C;

La Termografia incrementa le possibilità di individuare in modo pertinente un guasto o indicare gli elementi difettosi in modo preventivo, anche qualora non avessero ancora raggiunto situazioni critiche;

La Termografia non richiede il fermo degli impianti operativi da esaminare, anzi la Termografia va fatta preferibilmente proprio con impianti elettromeccanici a regime e possibilmente in condizioni di massima sollecitazione. Si pensi ad esempio alle ispezioni termografiche di cuscinetti, motori, cabine di trasformazione dell’alta tensione, ecc.

La Termografia Consente interventi mirati, preventivi e predittivi, quindi riduce anche notevolmente i costi di manutenzione e previene possibili rotture, guasti ed infine fermi di produzione.

Termografia per il Controllo NON Distruttivo
La Termografia è uno dei metodi di Controllo NON Distruttivo più utilizzato

La Termografia può ridurre il rischio di eventi rovinosi come incendi o blocchi produttivi improvvisi.

Le uniche limitazioni all’uso della termografia sono legate all’elevato costo dell’apparecchiatura all’infrarosso, alla necessità di avvalersi di operatori termografici qualificati e certificati oltre ad alcuni impedimenti di tipo tecnico ovvero: alla difficoltà di ottenere dati precisi e veritieri per i materiali con bassa emissività, la necessità in alcuni casi di schermare la termocamera dalle emissioni ambientali e l’influenza delle condizioni climatiche nel caso di utilizzo in ambito edile architettonico.

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.