FAQ – Termografia Edile

FAQ – Termografia Edile

Con una Termografia vengono alterate o danneggia le superfici oggetto dell’ispezione termografica?

 

Analisi Termografica Edile
Termografia per decidere tipo e modalità di posa dell’isolamento termico in una riqualificazione energetica di un edificio.

NO –  la termografia è una delle principali metodologie controllo non distruttivo. L’ analisi termografica non prevede alcun contatto con gli oggetti termografati, le termocamere si limitano a ricevere e fotografare la luce emessa nello spettro dell’infrarosso che ogni corpo emette in funzione della sua energia termica intrinseca dunque qualsiasi corpo ad una temperatura superiore allo zero assoluto emette radiazione nell’infrarosso che può essere captato dalle termocamere senza necessità di contatto o interazione con esso.

Con la Termografia Edile si può vedere attraverso i muri?

NO la Termografia Edile è un indagine non distruttiva utile ad indagare quasi ogni tipo di superfici. Grazie alla sensibilità termica della termocamera è tuttavia possibile registrare ogni minima variazione termica del corpo indagato ed essendo la temperatura superficiale funzione anche dello stato della materia interna che trasmette in modo differente le differenti temperature sino in superficie, pur ispezionando solo la parte superficiale si possono ottenere preziose informazioni anche relative all’interno del muro come ad esempio disomogeneità di isolamento termico, distacco intonaco od altri tipi di finitura che si staccano ecc..

 La Termografia Edilizia è necessaria per la certificazione energetica di un edificio?

SI la Termografia in Edilizia è necessaria specie quando si vogliono certificare energeticamente edifici di classe energetica elevata a partire già dalla classe energetica B infatti difetti di posa dell’isolamento termico, e i ponti termici possono avere un peso rilevante sulla reale classe energetica dell’edificio e con la termografia si possono analizzare dunque le dispersioni magari non correttamente contemplate nei progetti. La Termografia Edile è poi indispensabile come strumento propedeutico alla certificazione energetica in quando è necessario misurare direttamente in opera la trasmittanza delle pareti con il termo flussimetro o quando si vogliono misurare direttamente i reali ricambi d’aria con il blower-door test che fornisce un indice di tenuta alle infiltrazioni d’aria dell’edificio.

Perché può essermi utile far eseguire un’analisi termografia della mia casa?

I crescenti costi dell’energia e la maggiore sensibilità per l’ambiente fanno si che tutti parlano oggi di risparmio energetico, di utilizzo delle nuove fonti di energia alternativa e rinnovabile e di dispositivi che consumano sempre meno energia, ma pochissimi si preoccupano di intervenire per ridurre lo spreco energetico che avviene costantemente attraverso i muri e gli altri elementi costruttivi delle abitazioni.

Paradossalmente si pensa ad esempio a sostituire la caldaia per avere un risparmio di pochi punti percentuali ma non si pensa ad avere una casa più efficiente rispetto alle dispersioni cioè si pensa ad avere sistemi più efficienti per produrre energia necessaria per scaldarla o rinfrescarla, ma non si pensa a ridurre lo spreco ben più rilevante dovuto alla non tenuta termica degli edifici.

Attraverso un’analisi termografica edile possiamo acquisire molti elementi necessari al fine predisporre accurate riqualificazioni energetiche degli edifici che rendono più efficace l’involucro edilizio.

Spesso l’investimento in un’analisi termografica finalizzata alla riqualificazione energetica si ripaga da sola in pochi anni semplicemente grazie ai maggiori risparmi energetici ottenibili.

Che tipo di problemi si possono indagare in un’abitazione con una diagnosi termografica edile?

termografia umidità di risalita
Verella diffusione dell’umidità di risalita nei muri

La termografia applicata all’edilizia mediante un’ispezione termografica eseguita da tecnici certificati può essere utile ad individuare tutti gli elementi che rendono una casa poco efficiente, perciò si possono individuare, ponti termici, infiltrazioni di aria fredda, difetti di isolamento, infissi non isolanti o non correttamente installati, inefficienza dei termosifoni ecc..

Con la termografia in campo edile è inoltre possibile individuare con precisione la diffusione di umidità nei muri, delle muffe, ricercare le perdite di acqua, verificare gli impianti di riscaldamento a pavimento con perdite o non correttamente funzionanti per ostruzioni od altro, risalite di umidità, quantificare i danni di infiltrazioni d’acqua ed avere una diagnosi qualitativa dell’ambiente.

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.