Ricerca di infiltrazioni d’acqua con la termografia edile

Ricerca di infiltrazioni d’acqua con la termografia edile

Tra i controlli non distruttivi la termografia in campo edile è uno dei metodi più efficaci anche per la ricerca infiltrazioni acqua attraverso i manufatti edili: solai, tetti, balconi, terrazzi ecc. .

Ricerca delle infitrazioni d'acqua con la termografia
L’infiltrazione dell’acqua in un solaio avviene spesso seguendo percorsi impensati. Nella foto nel visibile a sinistra non era evidente l’entità della diffusione  dell’infiltrazione d’acqua, mentre nell’infrarosso (a dx freccia verde) si è potuto individuare con esattezza il punto maggiormente interessato.

L’indagine termografica infatti ci permette di riscontrare anche piccole irregolarità termiche causate da difetti o danni localizzati evitando interventi distruttivi di ricerca della perdita o dell’infiltrazione.

Un’applicazione molto diffusa della termografia in edilizia è quella della ricerca dei punti d’infiltrazione d’acqua nelle strutture, molto utile sia per ricercare le possibili cause dell’infiltrazione sia per valutare l’estensione del fenomeno.

E’ però sempre molto importante la preparazione e l’esperienza di chi esegue la termografia, analizza e interpreta le immagini termografiche, infatti è facile scambiare ad es problemi di umidità di risalita con problemi dovuti ad infiltrazioni d’acqua che possono essere la conseguenza di rotture e perdite di tubi di impianti o causate dalla cattiva tenuta delle impermeabilizzazioni.

Affinché l’indagine termografica sia efficace il tecnico termografico deve essere certificato di secondo livello secondo le norme UNI EN ISO 9712 ed avere competenze oltre che di termografia anche in campo architettonico ed impiantistico, quindi essere un ingegnere o un architetto sono sicuramente i più indicati.

Ricerca infiltrazioni acqua con la termografia

ricerca infiltrazioni acqua
Foto del soffitto con intonaco ammalorato
termografia infiltrazioni
Sovrapposizione tra immagine termografica e del visibile

Spesso, grazie all’impiego della termografia, è possibile individuare con precisione la vera origine della perdite d’acqua causa di infiltrazioni e di conseguenza pianificare interventi di riparazione mirati riducendo così l’entità e i costi dei lavori di riparazione.

Nella prima foto a destra si vede parte dell’intonaco del soffitto rovinato a causa di infiltrazioni d’acqua, la zona è piuttosto estesa e comprende una fascia larga circa 1 metro che percorre l’intera stanza.

Sovrapponendo l’immagine fotografica nel visibile con quella termica si può vedere il punto preciso in cui vi sono le infiltrazioni d’acqua.

Infatti tale area risulta nel termogramma di una colorazione molto più scura in quanto caratterizzata da temperature inferiori rispetto alle altri parti del soffitto asciutte.

Questo è possibile poiché l’acqua ha una capacità termica maggiore rispetto agli altri materiali e dunque quando è presente nel manufatto genera una temperatura differente in superficie.

La causa è stata identificata nella non corretta posa dell’impermeabilizzazione nel terrazzo che fa da copertura alla stanza oggetto d’analisi, quindi si è potuto intervenire togliendo solo una parte del pavimento e ripristinando, solo in quella zona l’impermeabilizzazione, in modo che non vi fossero più infiltrazioni d’acqua.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.